Misurazione del passaparola online

Misurare il passaparola online permette a un’azienda di conoscere il proprio mercato e i propri consumatori e di pensare ai propri prodotti in modo diverso, nuovo, comprendendo il modo in cui li vedono coloro che li usano.



Sul Web e in particolare sui social media si discute di brand e prodotti. Un’azienda oggi difficilmente può permettersi di ignorare quanto viene detto sui suoi clienti e concorrenti.

A seconda degli obiettivi strategici è possibile realizzare diverse analisi tra loro correlate.

Brand awarnesS: misura dell’identificabilità del proprio brand in relazione al prodotto/servizio correlato o ad uno specifico settore.

Brand Image: misura della percezione (positiva o negativa) di un brand o di determinati prodotti/servizi a seconda di specifici parametri (qualità, prezzo, caratteristiche tecniche, ecc.) o a seconda della categoria delle persone che la esprime (clienti, prospect, clienti della concorrenza).

Brand EQUITY: mappatura dei valori presenti nelle conversazioni che riguardano il brand/prodotto/servizio di interesse. La mappa valoriale permette di ottenere una conoscenza molto importante per impostare correttamente la comunicazione e le campagne marketing sia tradizionali sia conversazionali sui social media.

Brand strategY: misurazione del posizionamento rispetto alla concorrenza in relazione a parametri identificati precedentemente (visibilità generale e a seconda di specifici luoghi considerati strategici), identificabilità, immagine e reputazione e valori.

Concorrenza percepitA: misura della distanza tra la mappa della concorrenza percepita dagli utenti reali e quella in possesso dello staff dirigente dell’azienda.

Nuovi bisogni: mappa e trend dei bisogni nel tempo relativamente a un certo tipo di prodotto o servizio e identificazione dei nuovi bisogni, ad esempio relativamente a specifiche classi di utenza aggregate in community.

OPEN INNOVATION→Nuove idee per migliorare il prodotto: nuove idee ottenute da opinioni di chi lo ha usato e recensito, da chi ne è rimasto deluso, da chi ha provato i prodotti dei concorrenti.

Impatto di una campagna di comunicazione: impatto misurato in termini di quantità e tipologia di commenti e conversazioni scatenate dall’azione di comunicazione e dalla velocità di propagazione del passaparola generato.

Mappatura dei luoghi: identificazione dei luoghi in cui avvengono le conversioni sul settore d’interesse. Misurazione dell’importanza e dell’orientamento di ciascun luogo, analisi delle possibilità di azione relativamente a ciascun luogo.

Mappatura degli opinion leader: identificazione delle persone più esperte e rispettate su un certo argomento, analisi del loro orientamento e preferenze. Identificazione di Apostoli e Denigratori.

Disinformazione sul prodotto: mappatura dei concetti associati ad un prodotto in particolare di persone che non l’hanno ancora acquistato.

© 2009–2017 infoFACTORY srl spin-off del laboratorio di intelligenza artificiale dell'Università di Udine — Privacy e cookie policy

Universita di udine