Social Intelligence

Oggi le persone hanno un nuovo potere: possono discutere online. Per ogni brand, prodotto, argomenti, personaggio pubblico esistono conversazioni che ne influenzano immagine e reputazione.



Con Social Intelligence si intende un’attività di analisi del passaparola online per ottenere una migliore conoscenza strategica del comportamento di consumatori e cittadini.

Il Web 2.0 rappresenta l’esplosione di un fenomeno sociale in cui gli utenti online non sono più solo consumatori di informazioni ma sono diventati importanti produttori di notizie, opinioni, consigli, valutazioni di prodotti, rumors, ecc. Per l’attività di Social Intelligence i luoghi online da analizzare sono forum, blog, newsgroup e social network. Attraverso di essi il fenomeno sociale del passaparola online ha assunto dimensioni mai raggiunte prima ed ogni giorno nascono 160.000 nuovi blog.

 

Su Internet si parla delle marche, dei prodotti e delle aziende

I prodotti e le marche fanno parte della vita di tutti, su Internet si parla delle marche e dei prodotti, si condivide la propria esperienza, si chiedono ad altri che hanno provato il prodotto informazioni su cosa comprare.

Digitate su Google il nome del vostro brand, troverete il vostro sito istituzionale e subito dopo, blog, opinioni su forum e Community. Troverete le persone che parlano di voi e che scrivono opinioni e recensioni dei vostri prodotti. Queste opinioni formano una enorme conversazione in continuo mutamento, in grado di definire la reputazione di marchi e prodotti (Brand Reputation). La conversazione è letta da chi cerca informazioni su quella marca per orientarsi all’acquisto.

 

Ma quanti scrivono sui social media? Quanti leggono? Si fidano delle opinioni?

L’alta fiducia neI SOCIAL INFLUENCER

Le persone che scrivono e che leggono i social media si fidano sempre di più di quanto viene detto e consigliato nelle conversazioni spontanee sul Web e sempre meno di quanto riportato dalla TV, dalla pubblicità tradizionale o dagli articoli presenti sulla carta stampata. Secondo diverse ricerche risulta che:

 

  • Il 44% degli utenti online in USA crea contenuti
  • Il 78% delle persone si fida di quello che dicono gli altri utenti
  • il 98% degli utenti considera molto credibili le recensioni e i consigli di altri
  • l’82% ha comprato almeno un prodotto dopo essere stato influenzato dal passaparola online

 

I SOCIAL INFLUENCER

I social influencer sono persone più attive di altre nel produrre informazioni su un certo argomento, sono riconosciute dalle community di settore e riescono ad influenzarne le opinioni. I Social Influencer possono essere capaci di modificare il comportamento di acquisto di migliaia di consumatori in modo virale.

LA PERSISTENZA DEL PASSAPAROLA ONLINE

Le opinioni espresse rimangono nella Rete per anni, vengono indicizzate dai motori di ricerca e linkate da altri. La visibilità di una notizia online che danneggia un brand non è limitata nel tempo come succede per la carta stampata ma è persistente e sempre visibile.

 

Le nuove opportunità

Non ascoltare le conversazioni degli utenti è un’occasione persa per chi si occupa del marketing, comunicazione online e di business intelligence di un’azienda.

La Social Intelligence è un’occasione per:

  • Analizzare come le persone vivono i prodotti una volta acquistati, come percepiscono i valori della marca, la sua brand reputation e come ne parlano con altre persone.
  • Comprendere il processo di acquisto del cliente, capire quali sono i problemi e le criticità da risolvere per aumentare la propria competitività, identificare le idee che le persone si scambiano e utilizzarle per migliorare i propri prodotti e servizi.
  • Partecipare alle conversazioni con i propri clienti e prospect ed utilizzare Internet e i social media come il più potente strumento di marketing a disposizione.

© 2009–2017 infoFACTORY srl spin-off del laboratorio di intelligenza artificiale dell'Università di Udine — Privacy e cookie policy

Universita di udine